Home » Territorio » Cultura e società

Le Giudicarie Esteriori

Le Giudicarie Esteriori, un'ampia vallata prealpina che collega le Dolomiti di Brenta a nord con la zona del lago di Garda a sud, sono racchiuse fra le due forre del fiume Sarca: ad ovest la forra della Scaletta che separa la valle dalla Busa di Tione, ad est la forra del Limarò che divide le Giudicarie dal Basso Sarca. Nel fondovalle l'acqua è l'elemento principe, non solo per la presenza del fiume Sarca, ma anche per l'esistenza della fonte termale di Comano, la cui acqua è famosa per le proprietà curative delle malattie della pelle. Questa verdeggiante ed irregolare conca, che ricorda la forma di un anfiteatro romano, è costituita dai tre altopiani del Bleggio, Banale e Lomaso, che nella loro suggestiva unità geografica offrono un incomparabile panorama alpino, nel quale la ricchezza della natura si accompagna alla tenace presenza dell'uomo.

Un'antica tradizione rurale che continua al giorno d'oggi
Una valle del benessere, che vive della propria terra e dei suoi prodotti, fra cui famose sono le patate del Lomaso, le noci del Bleggio e la ciuìga del Banale, presidio Slow food. Una comunità coesa, culla della cooperazione trentina che qui è nata grazie all'intuizione di don Lorenzo Guetti, animata durante tutto l'anno dalle numerose associazioni locali, fra cui l'Ecomuseo della Judicaria. Una valle con magnifici borghi rurali, alcuni dei quali riconosciuti fra i borghi più belli d'Italia, la cui genuinità è stata certificata da UNESCO con il riconoscimento a Riserva della Biosfera.

Palafitte di Fiavè
(foto di samuel litterini)
 
QR Code